In difesa di Psycho Remake di Gus Van Sant

Defense Gus Van Sants Psycho Remake

Psycho Anne Heche

Ristrutturato di recente

Per prima cosa: il remake di Van Sant non lo è veramente colpo per colpo. Sì, ci si avvicina molto. Ma il concetto stesso del film gli impedisce di essere un facsimile completo. La natura degli attori, che dopotutto sono solo umani, ha proibito a Van Sant di copiare completamente il film di Hitchcock, per quanto poteva. Il regista ha tenuto una copia dell'originale di Hitchcock sul set e ha chiesto ai suoi attori di studiarla e cercare di imitare le interpretazioni originali il più fedelmente possibile, ma a parte un attore - James Remar, che interpreta un poliziotto autostradale - tutto questo va fuori dalla finestra . Gli attori della ripresa di Van Sant non possono fare a meno di dare il proprio contributo ai loro ruoli.



Poi c'è stato il vero e proprio filmmaking. 'Abbiamo iniziato ad essere davvero fanatici nel fare esattamente lo stesso', ha detto Van Sant. 'Ma c'erano un paio di scene che non siamo riusciti a fare bene. Non siamo riusciti a vedere come Hitchcock ha eseguito il blocco, dove le persone avrebbero dovuto stare in piedi rispetto alla telecamera. Quindi tutto quello che potevamo fare era basarli liberamente sull'originale. '

'Ci siamo resi conto subito che il film stava implorando di avere un proprio ritmo', ha detto in seguito Van Sant al AV Club . 'Se ci attenevamo letteralmente a ogni numero di fotogramma, non era così allentato come potrebbe essere. Questo era qualcosa che abbiamo scoperto: era difficile copiare qualcosa letteralmente, che era l'esperimento ... Tutto è cambiato, perché Hitchcock aveva un modo inimitabile di fare film. Il modo in cui si relaziona ai suoi personaggi, e il modo in cui ha imparato a fare film in primo luogo, è molto diverso da qualsiasi cosa io abbia fatto. Quindi la gestalt del mio progetto era così diversa che ci siamo ritrovati con una copia dall'aspetto molto strano '.

Il sangue e il coraggio del film sono sempre gli stessi. È la storia della volubile Marion Crane ( Anne Heche ), una segretaria di una società immobiliare che ruba una grande quantità di denaro al suo capo per iniziare una nuova vita con il suo fidanzato Sam (Viggo Mortensen). Mentre va a raccontare a Sam del suo furto, viene colta da un terribile acquazzone e se ne va al Bates Motel fuori mano (come un tocco sfacciato, Van Sant ha l'insegna al neon di Bates Motel con la scritta NUOVAMENTE RISTRUTTURATA). Lì, Marion incontra la goffa Norma Bates ( Vince Vaughn ), che gestisce il motel quando non è completamente evirato dalla madre che abita nell'imponente casa che si staglia su una collina dietro il motel.Dopo una conversazione con Norman che la ispira a restituire i soldi rubati, Marion scivola nella doccia e viene prontamente pugnalata a morte dalla madre di Norman.

Inorridito, Norman nasconde l'omicidio. Un investigatore privato ( William H. Macy ), La sorella di Marion Lila ( Julianne Moore ) e Sam si mettono tutti in gioco per cercare di trovare Marion. L'investigatore viene ucciso per il suo ficcanaso, e quando Lila e Sam vengono a indagare al Bates Motel fanno una scoperta scioccante: la madre di Norman è morta da tempo, un cadavere mummificato che tiene in casa, e Norman ha un disturbo di personalità multipla che lo rende assumere la personalità della cara mamma morta.

Ciò che rende Van Sant's Psicopatico così affascinante non è il modo in cui copia il classico di Hitchcock, ma piuttosto nei modi sottili e non così sottili che forgia il proprio percorso. Prima di tutto è l'aspetto generale del film, per gentile concessione del direttore della fotografia Christopher Doyle . Doyle, che ha sparato Chungking Express per Wong Kar-wai , bagna il nuovo Psicopatico in uno splendore inquietante, illuminato con sorprendente intensità. ' Psicopatico non è un film ma un'opera d'arte concettuale ', Doyle avrebbe detto più tardi .

Di conseguenza, ogni fotogramma del lavoro di Doyle su Psicopatico è sbalorditivo. Sebbene gli scatti possano ricreare il lavoro di Hitchcock nel 1960, l'aspetto reale è lontano dal mondo piatto in bianco e nero svolto da Psicopatico Direttore della fotografia del 1960 John L. Russell . Hitchcock ha fatto Psicopatico a buon mercato, lavorando con la sua troupe televisiva Alfred Hitchcock presenta spettacolo e per tutti Psicopatico Geniale, ha davvero l'aria di un programma televisivo degli anni '60. Nelle mani di Doyle, la cinematografia esplode. La luce del famigerato bagno dell'omicidio è quasi accecante, le ombre che cadono sul viso del cadavere essiccato della signora Bates dopo che Lila ha sbattuto accidentalmente in una luce dall'alto sono inquietanti. Questo è un film meraviglioso da guardare, forse uno dei film più belli degli anni '90.

Anthony Perkins 'Performance come Norman Bates nell'originale Psicopatico è leggendario un pezzo di recitazione complesso e sfumato che era così efficace, ha finito per lanciare Perkins per gran parte della sua carriera. Quelle sono scarpe difficili da riempire, e il casting di Van Sant di Vince Vaughn per il suo remake sembra discutibile. La stella di Vaughn era in ascesa a seguito di una performance eccezionale in Scambisti e una svolta di supporto Il mondo perduto: Jurassic Park . All'inizio del 1998 è apparso come un astuto serial killer in Piccioni di argilla , ma il personaggio omicida di Vaughn in quel film è molto lontano da Norman Bates. Anche se Vaughn non si avvicina mai alla brillantezza della performance di Perkins, la sua interpretazione del figlio di una delle mamme più famose del cinema è ancora intrigante.

Norman di Perkins sembrava completamente innocuo, il che rende il colpo di scena del film ancora più scioccante. Vaughn, che sembra persino più alto dei suoi 6 '5 ', colpisce una figura molto più imponente sin dall'inizio. Interpreta il personaggio come emotivamente rachitico, quasi infantile. Prende la balbuzie Perkins colpita e la amplifica, aggiungendo una risatina nervosa acuta nel processo. Il Norman originale sembrava comprensivo e pietoso. Il Norman di Vaughn è un mostro sin dall'inizio. Forse concludendo che il pubblico sarebbe già ben consapevole del famoso colpo di scena, Van Sant ha scelto di aumentare questa inquietudine aggiungendo un momento in cui Norman si masturba mentre scruta Marion mentre si spoglia attraverso uno spioncino. In uno dei momenti più significativi del film, Norman siede al tavolo della cucina, da solo, in silenzio, e Vaughn piega i piedi verso l'interno e si siede accasciato, dando l'impressione di qualcuno completamente a disagio nella propria pelle, un suggerimento non troppo sottile la vera natura di Norman (e 'Madre').

quando esce la settima stagione delle guerre dei cloni?

Continua a leggere In difesa di Psycho Remake di Gus Van Sant >>

Articoli Interessanti