Mark Zuckerberg sulle imprecisioni di 'The Social Network' - / Film

Mark Zuckerberg Inaccuracies Ofthe Social Network Film

chi ha incastrato Roger Rabbit ha messo in pausa la scena

Mark Zuckerberg ha parlato Il social network un paio di volte prima, una volta Oprah - 'Te lo prometto, questa è la mia vita, quindi so che non è così drammatica' - e poi di nuovo in un'intervista con Mashable - 'Realizziamo prodotti che 500 milioni di persone vedono ... Se 5 milioni di persone vedono un film, non ha molta importanza'. In nessuno di questi casi ha elaborato troppo pesantemente quali problemi, se ce ne fossero, aveva con il film e il suo ritratto di lui. Ora, finalmente, Zuckerberg ha messo in discussione la veridicità del quadro, individuando quello che crede essere il suo più grande disconnessione dalla realtà.



ValleyWag ha il video clip, che mostra Zuckerberg che parla a una folla di studenti esultanti della Stanford University. Puoi anche guardare l'intervista completa su Xconomy .

Alla domanda su cosa avesse sbagliato nel film, questo è ciò che Zuckerberg ha detto:

giocattoli da parete e robot per noi

Da dove vuoi iniziare? Voglio dire, non lo so. È interessante su quali argomenti si sono concentrati su come ottenere il giusto. Come ogni singolo pile e maglietta che avevo in quel film è in realtà una maglietta o pile che possiedo. Sai, quindi ci sono tutte queste cose che hanno sbagliato e un mucchio di dettagli casuali che hanno capito bene. La cosa che penso sia in realtà più interessante dal punto di vista tematico che abbiano sbagliato è: l'intera inquadratura del film, il modo in cui inizia è, sono con questa ragazza che non esiste nella vita reale, che mi lascia. , che mi è successo nella vita reale, molto - e fondamentalmente per inquadrarlo come se l'intera ragione per creare Facebook e costruire qualcosa fosse perché volevo avere ragazze o volevo entrare in una sorta di istituzione sociale. E la realtà per le persone che mi conoscono è che in realtà esco con la stessa ragazza da prima di iniziare Facebook, quindi ovviamente questo non fa parte di esso. Ma penso che sia una disconnessione così grande dal modo in cui le persone che fanno film pensano a ciò che facciamo nella Silicon Valley: costruire cose. Semplicemente non riescono a pensare che qualcuno possa costruire qualcosa perché gli piace costruire cose.

Che Zuckerberg sarebbe sprezzante nei confronti dello sceneggiatore Aaron Sorkin L'interpretazione delle sue motivazioni è comprensibile, ma è abbastanza ingannevole nel modo in cui cerca di respingere alcuni degli eventi concreti della storia. Ad esempio, le affermazioni di Zuckerberg di uscire con la stessa ragazza da prima di avviare Facebook lo sono già si è dimostrato falso in realtà hanno iniziato a frequentarsi dopo che era stata assunta per lavorare per il sito. Inoltre, nonostante le affermazioni di Zuckerberg, Rooney Mara Il personaggio è davvero basato su qualcuno che esiste nella vita reale, anche se Sorkin ha cambiato il suo nome per salvarla da ulteriori imbarazzi .

Ancora più importante, non credo che Zuckerberg lo capisca Il social network non vuole essere solo un film su di lui e sulla fondazione di Facebook. Vuole essere un esame generazionale. Sorkin potrebbe esserlo riluttante a riconoscere che ha reso a Zuckerberg un disservizio usando il giovane imprenditore per personificare le proprie idee, ma come ammette lui stesso , 'La mia priorità è sempre il pubblico.' Sorkin ha usato Zuckerberg e le storie di coloro che lo circondano per comunicare una storia della sua stessa idea - uno di grande complessità tematica e uno composto da personaggi in gran parte fabbricati progettati per rafforzare la narrativa del film.

Così sicuro, Il social network potrebbe non riuscire a trasmettere con precisione ciò che Zuckerberg stava cercando di ottenere con la creazione di Facebook. Ma a chi, oltre a Zuckerberg e alle persone a lui care, interessa davvero? Il film è tanto buono quanto lo è precisamente perché Sorkin si è preso notevoli libertà con i personaggi sullo schermo di coloro che sono coinvolti nella fondazione di Facebook. Se Sorkin avesse lasciato che i fatti si intromettessero nel raccontare una bella storia, probabilmente il film sarebbe stato noioso.

Articoli Interessanti