Perché dovresti guardare il programma televisivo Exorcist

Why You Should Be Watching Exorcist Tv Show

il programma televisivo dell'esorcista

Quando è stato annunciato per la prima volta che Fox si stava adattando L'esorcista in una nuova serie di genere, ero nervoso. Avevamo bisogno di un altro remake dal film alla TV? C'era spazio per un altro spettacolo di caccia ai demoni sulla televisione di rete? Era anche possibile per un'altra serie horror all'avanguardia come Annibale abbellire la televisione di rete? Per fortuna, L'esorcista , giunto alla sua seconda stagione, ha smentito tutti i miei dubbi.



star wars rogue one imax 3d

La versione lunga di Fox del classico film horror di William Friedkin va audacemente oltre il consueto modello di 'horror in televisione', con risultati entusiasmanti. Dovresti davvero guardare il file esorcista Programma televisivo.

La prima stagione

La prima stagione ha presentato uno scenario familiare orribile (e familiare): una nuova possessione demoniaca afferra la famiglia Rance e minaccia di farli a pezzi. Gli eventi orribili li hanno spinti tutti al limite, mentre hanno concesso un notevole tempo sullo schermo per mostrare i talenti di Geena Davis, Hannah Kasulka, Brianne Howey e Alan Ruck.

E poi si è scoperto che la serie non era né un riavvio né un remake del film originale del 1973. A metà della prima stagione, un enorme colpo di scena ha rivelato che Angela Rance (Davis) era davvero una Regan MacNeil (Linda Blair) adulta, collegando saldamente la serie all'adattamento cinematografico originale del romanzo di William Peter Blatty. Questo, di per sé, è stato un momento enorme per la televisione di genere e per i fan dell'horror. L'esorcista è tornato in modo emozionante e inaspettato.

Fin dall'inizio L'esorcista ha esplorato una varietà di personaggi e trame complesse e la famiglia Rance era solo un piccolo pezzo di un grandioso puzzle. La vera storia finì per incentrarsi sulla complessa relazione di due sacerdoti combattenti demoni: padre Marcus Keane (Ben Daniels) e padre Tomas Ortega (Alfonso Herrera).

Invece di basarsi esclusivamente sull'influenza delle celebrità che Geena Davis ha portato nello spettacolo, la storia ha esplorato questioni polarizzanti come la razza, la politica, l'identità di genere, il ruolo della religione nella società moderna e gli effetti duraturi dell'abuso fisico e mentale. Se ciò non bastasse, una cospirazione della chiesa demoniaca è stata introdotta nel mix, agendo come una sinistra linea di confine che collega tutto insieme.

I primi due episodi della seconda stagione hanno continuato la missione di Tomas e Marcus mentre fanno la loro parte per proteggere l'America (e il mondo) da una sinistra rivolta di proporzioni epiche. È una programmazione di genere deliziosamente buona e uno dei migliori spettacoli horror in un panorama televisivo soffocato da spettacoli horror.

esorcista-stagione-2-padre-bennett

Diversità in un mondo di caccia ai demoni

Stagione 1 di L'esorcista è una specie di anomalia. La maggior parte della storia della possessione si concentrava sulla famiglia Rance (specialmente le donne) mentre combattevano, con le unghie e con i denti, per impedire al demone Pazuzu di distruggere tutto ciò che avevano di caro. Quando si tratta di personaggi femminili in orrore, ci si aspetta che il tropo 'l'ultima ragazza' alla fine giunga a buon fine. Invece, la serie ha dato a questi personaggi più sostanza con cui lavorare, aiutando a rompere un po 'di monotonia di genere, dando a ogni membro della famiglia un periodo di riposo una volta che tutto è stato detto e fatto.

Ma l'attenzione della serie sulla diversità va oltre gli eccitanti personaggi femminili. Sarei negligente se non menzionassi quanto è forte l'ensemble qui e come i produttori esecutivi Jeremy Slater e Sean Crouch riempiono la serie con volti diversi e affrontano argomenti che altri spettacoli eviterebbero completamente. La prima stagione ha dato uno sguardo alla complessa eredità messicana di padre Tomas e ha accennato all'omosessualità di padre Marcus. Sembra che il programma abbia appena incrinato la superficie.

'Far parte di uno spettacolo che non ritrae i latini come uno stereotipo è qualcosa che celebro davvero', ha spiegato Herrera durante una recente conferenza stampa per la serie. “Ringrazio [Jeremy Slater e Sean Crouch] che mi permettono come attore e mi permettono come latino di dare qualcosa di più reale e radicato sulla mia cultura, su chi sono come messicano e Tomas [è] come messicano. '

La stagione 2 affronta il crescente conflitto tra Tomas e Marcus, ma la serie ha raddoppiato la sua estetica globale. Padre Bennett di Kurt Egyiawan avrà un ruolo più importante in questa stagione, indagando sulla cospirazione della chiesa mentre colpisce il Vaticano. Inoltre, gli attori Li Jun Li ('Blindspot', 'Quantico'), Brianna Hildebrand ('Deadpool', 'The Tragedy Girls') e John Cho ('Sleepy Hollow', 'Star Trek') si sono tutti uniti al cast.

'Non riuscivo a pensare a una faccia asiatica nell'orrore americano, e ho pensato che fosse interessante farlo', ha spiegato Cho. “Ho pensato che sembrasse fresco e lo spettacolo era già vario. Quando hai un mondo diverso davanti alla telecamera, la mia reazione personale è che sembra più reale, e quindi sono più propenso a preoccuparmi un po 'di più di quel mondo e dei personaggi in esso un po' più perché sembra il mondo in cui cammino. Quindi mi piace. '

esorcista-stagione-2-ben-daniels-alfonso-herrera-1

Cambiare la narrativa

Un altro dettaglio che fa L'esorcista una serie intrigante è la sua struttura narrativa non convenzionale. Come aveva detto in precedenza Jeremy Slater a THR , ogni stagione si concentrerà su una nuova storia, con nuovi personaggi, poiché Padre Tomas e Padre Marcus agiscono come gli eroi che collegano tutto.

Il concetto di caccia ai demoni non è una novità per la TV di genere. Soprannaturale lo fa da 13 anni e Ash vs Evil Dead sta dando una svolta divertente ad argomenti familiari. Diamine, ci sono alcune precise somiglianze tra l'aspetto della costruzione del mondo di L'esorcista e ciò con cui Cinemax ha ottenuto Emarginato , l'adattamento sorprendentemente eccezionale della serie a fumetti di Robert Kirkman. Ma mentre il panorama potrebbe diventare un po 'affollato, la serie Fox si è allontanata da certe aspettative.

'Non credo che diventeremo mai un mostro della settimana' Jeremy Slater ha spiegato a THR . “Credo anche nelle storie che hanno un inizio, una parte centrale e una fine. Penso che sia sempre meglio lasciare le persone che vogliono [di più], invece di essere l'ultima persona alla festa dopo aver acceso le luci '.

Slater e Crouch hanno pianificato una storia di sette stagioni per la serie, che è un dettaglio rinfrescante, per essere sicuri. Il team creativo sta già lavorando la storia della terza stagione batte , che porterebbe Marcus e Tomas in Messico, un territorio e una cultura che chiedono ulteriori esplorazioni.

C'è qualcosa di ideale nel guardare una storia svolgersi fino alla sua conclusione appagante prima che la formula diventi obsoleta e prevedibile. Quello che sto dicendo è che probabilmente non troveremo mai Marcus e Tomas collaborando con la banda di Scooby Doo.

l'esorcista-stagione-2-episodio-2

Un omaggio horror ai film di genere del passato

Con (si spera) altre cinque stagioni da guardare al futuro, è difficile non chiedersi come saranno gli episodi futuri L'esorcista collegherà il canone dello spettacolo a quello dei sequel del grande schermo. Sfortunatamente, però, non c'è molto da cui si possa davvero attingere che si adatti al tono della serie - senza offesa per (il veramente sconcertante e folle) The Exorcist II: The Heretic . Tuttavia, Slater e Crouch potrebbero esserlo cercando di L'esorcista III per un po 'di spaventosa ispirazione.

Poiché ogni stagione mira a raccontare una storia di possesso diversa, verrà esplorata anche una varietà di sottogeneri. La seconda stagione ha già un nuovo aspetto e un'atmosfera, separandosi dalla fredda claustrofobia di Chicago della prima stagione. Con accenni all'estetica dei boschi di Il massacro della sega a catena del Texas e le qualità spettrali della foresta dell'horror giapponese, Slater e Co. mirano a catturare un diverso tipo di magia vecchia scuola questa volta, facendo un cenno alle opere classiche di Stephen King e Steven Spielberg .

Con il regista Ti West ('The House of the Devil', 'The Sacrament') che porta i suoi talenti indie nell'episodio 3, intitolato 'Unclean', sembra che L'esorcista è in missione per continuare a mescolare le paure della nuova scuola con una pletora di sensibilità della vecchia scuola. Se mai ci fosse una formula vincente per mantenere l'horror rilevante nel turbolento panorama televisivo, sarebbe questa.

La seconda stagione di “The Exorcist” va in onda il venerdì su FOX. Dopotutto, è la stagione giusta per scoprire un nuovo fantastico spettacolo horror.

Articoli Interessanti